Margherita Pace

L’insegnante di canto

MARGHERITA PACE Inizia la sua carriera artistica come attrice, nella compagnia di Lucia Poli, ed in seguito al cinema con Mario Monicelli, recitando al fianco di Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Lello Arena e Maurizio Nichetti (Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno)

Compie i suoi studi presso l’Accademia Nazionale di Danza a Roma e successivamente intraprende privatamente lo studio del canto con Maria Teresa Pediconi. Si perfeziona successivamente col M° Giuseppe Morelli e col M° Renato Federighi. Ha conseguito il diploma accademico di primo livello in Musica vocale da camera con il massimo dei voti presso il conservatorio di Santa Cecilia sotto la guida dei Maestri Roberto Abbondanza e Amelia Felle.

Il debutto operistico avviene nel 1991 al Festival di Fermo (Serpina ne “Il curioso indiscreto” di P. Anfossi). Seguono i ruoli di Clorinda nella “Cenerentola”, Rosina e successivamente Berta, nel “Barbiere di Siviglia” di Rossini. Da allora si esibisce in diversi Teatri Italiani ed Esteri.

Nel 1995 è ospite dei Pomeriggi Musicali di Milano per i quali interpreta la cantata per voce e orchestra “Giovanna d’Arco2 di Rossini / Sciarrino, la suite “A spasso con la figlia del Tambur Maggiore” di Offenbach / Negri e ancora con una composizione di M. Trojan “Frammenti di Michelangelo”, diretta dal M°.Joram David (Milano, sala Verdi).

Nel 1997 recita e canta nello spettacolo “Master class con Maria Callas” di T. McNally prodotto dal Teatro Eliseo al fianco di Rossella Falk in tounée in tutta Italia. Interpreta i tre ruoli: le Feu, la Princesse e le Rossignol ne “L’enfant et les sortilèges” di Ravel con la regia di M. Scaparro (Auditorio de Galicia a Santiago de Compostela, produzione de La Fenice di Venezia), Lindoro ne “”Lo sposo burlato” di Paisiello, Lauretta ne “I virtuosi ambulanti” di Fioravanti.

Nel 2001 Interpreta Norina nel “Don Pasquale” di Donizetti (Cantiere d’arte di Montepulciano) e Pamina ne “Il sogno del flauto magico” (Auditorium di Santa Cecilia, Teatro di Lugo), Abra nella “Juditha triunphans” di A. Vivaldi, Melia in “Apollo et Hyacinthus” di Mozart e Galatea nel “Pigmalione” di Donizetti. Nel 2009 è la protagonista ne “La finta amante” di Paisiello, prima esecuzione in epoca moderna per il Festival Barocco di Viterbo, Adina ne “L’elisir d’amore” di Donizetti e Violetta ne “La traviata” di Verdi, in diverse produzioni.

Nel 2012 debutta Donna Anna nel “Don Giovanni” di Mozart (Roma, Teatro Quirino) e Musetta ne “La Boheme” di Puccini ( Roma, Teatro Argentina) dirette dal M°. Massimo Italiano. A Maggio 2017, Violetta ne “La traviata” di G. Verdi al Teatro Parioli di Roma.

Si dedica altrettanto al repertorio Sacro: nell’ambito della rassegna “Venite Pastores”, è solista nei due “Te Deum” di B. Ottani e di D. Puccini a Roma, Basilica di S. Andrea della Valle, nella stessa Basilica il Te Deum di Flavio Colusso con “l’Ensemble seicentonovecento”.

Canta come solista nel “Requiem” di Mozart nella Chiesa Madre S. Maria degli Angeli a Pietrelcina, ne “La Matthaus Passion” di Bach con la Jyvaskyla Sinfonia (Finlandia), nell’oratorio “La morte di San Giuseppe” di G.B.Pergolesi nell’omonimo Teatro di Jesi.

È soprano solista nei Carmina burana di Orff in diverse produzioni.

A Natale 2015 esegue il celebre Exultate, Jubilate K 165 di Mozart nella Chiesa Santa Maria dell’Anima di Roma, e in diverse occasioni canta nello Stabat Mater di G.B:Pergolesi.

Ha collaborato con diversi direttori tra i quali: Ari Rasilainen, Yoram David, Marcello Rota, Stefano Mastrangelo, Fabio Maestri, Massimo De Bernart, Gabriele Catalucci, Erasmo Gaudiomonte, Michel Sasson, Arvo Volmer, Massimo Italiano, Flavio Colusso, Aldo Sisillo, Paolo Paroni.

Nell’Aprile del 2013 riceve il premio internazionale: Medaglia d’oro “Maison des artistes” presso l’aula magna dell’Università la Sapienza di Roma.

Insegna Canto presso la Scuola di musica di Testaccio dal 2003 e dal 2013 alla scuola Officine musicali del borgo di Roma.